Visura Catastale: come si legge?

La Visura Catastale è un documento in cui facilmente ci si imbatte quando si parla di compravendita di immobili (leggi anche il nostro articolo per la check-list dei documenti utili -> QUI).

In particolare consideriamo quella fabbricati, che sostanzialmente è il documento che rilascia l’Agenzia delle Entrate dove sono contenute tutte le informazioni alfanumeriche e topografiche di un immobile.

Non è però così semplice capire ed interpretare tutti i dati contenuti nella Visura Catastale, vediamo a seguire quali sono gli elementi che la compongono.

#1 TIPOLOGIA DI VISURA

Si indica la tipologia del documento (Visura per Soggetto o per Immobile) e la data di aggiornamento del catasto.

#2 DATI RICHIESTA

Nominativo ricercato con l’indicazione della ricerca (catasto urbano o terreni) e la provincia.

#3 SOGGETTO

Anagrafica completa del soggetto registrata presso l’Agenzia delle Entrate

#4 UNITA’ IMMOBILIARI

Specifica del comune in cui si trovano le unità immobiliari e i relativi codici catastali.

#5 DATI IDENTIFICATIVI

Sono gli elementi che individuano in maniera inequivocabile le unità immobiliari in carico al soggetto:

  • SEZIONE URBANA individua una zona del territorio comunale,
  • FOGLIO è una porzione del territorio del Comune,
  • PARTICELLA (o mappale) permette di individuare un determinato fabbricato all’interno del foglio,
  • SUB (subalterno) individua l’unità immobiliare all’interno del fabbricato.

#6 DATI CLASSAMENTO

E’ l’insieme dei dati che permette di avere la rendita dell’unità immobiliare:

  • ZONA CENSUARIA raccoglie una porzione di territorio comunale caratterizzato dalla uniforme redditività dei fabbricati.
  • MICRO ZONA (non risulta essere al momento applicata) dovrebbe comprendere le aree del territorio comunale aventi caratteri di omogeneità dal punto di vista storico, economico, ecc.
  • CATEGORIA individua la tipologia a cui appartiene l’unità immobiliare (A, B, C, D, E, F).
  • CLASSE indica il grado di produttività secondo la categoria dell’unità immobiliare (in alcuni casi può essere unica e viene indicata con la U).
  • CONSISTENZA individua la dimensione dell’unità immobiliare e viene indicata a seconda della categoria di appartenenza:
    • Cat. A in vani o metri quadrati
    • Cat. B in metri cubi
    • Cat. C in metri quadrati
    • Cat. D ed E non si indica
  • RENDITA per le categorie A, B, C, è il prodotto tra il valore della relativa categoria e classe (specifiche per il Comune) e la consistenza immobiliare.

#7 ALTRI DATI

Possono essere presenti informazioni aggiuntive in merito all’unità immobiliare come indirizzo o altre annotazioni.

#8 TOTALE

Sintesi del numero dei vani, della consistenza e della rendita totale.

#9 INTESTAZIONE

Vengono indicate tutte le persone fisiche e giuridiche che godono di diritti sugli immobili considerati:

  • DATI ANAGRAFICI,
  • CODICE FISCALE,
  • DIRITTI O ONERI REALI indicando la quota di proprietà del soggetto,
  • DATI DERIVATI DA riporta le informazioni dell’ultima variazione catastale.

Ecco un esempio pratico per capire meglio quanto spiegato finora può essere molto utile essere in grado di analizzare e comprendere la Visura Catastale.

Written By
More from Civico1

Fotovoltaico: come scegliere?

L’impianto fotovoltaico è un sistema che trasforma i raggi solari in energia...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *