Vendere casa con mutuo

Quando decidiamo di acquistare una casa con un mutuo non è sempre possibile prevedere il futuro e se le esigenze nel momento in cui decidi di fare questo passo importante saranno le stesse anche per gli anni avvenire; basti pensare ad un cambio di lavoro, alla nascita di un figlio, o come abbiamo visto in questo periodo di lunga permnanenza in casa la volontà di avere degli spazio living in più.

Analizziamo come si procede per vendere casa con mutuo, esaminando quali sono le diverse possibilità .

Quindi si può vendere casa con un mutuo?

Rispondiamo subito alla domanda all’origine di questo articolo: SI’!! puoi vendere casa anche se hai stipulato un mutuo con la banca ed il pagamento non è stato ancora completato.

Non si hanno vincoli basta però fare attenzione ad alcuni aspetti che analizzeremo.

 Queste casisitiche principali:

  • Estinguere anticipatamente il mutuo
  • L’accollo del mutuo da parte dell’acquirente
  • Spostare il mutuo su un bene diverso
  • Estinzione del mutuo al momento della vendita

Vediamo nel dettaglio!

Estinzione anticipata

La prima opportunità che puoi considerare è quella di estinguere anticipatamente il mutuo.

Puoi estinguerlo prima del rogito mettendoti d’accordo con l’istituto di credito,  che ha erogato il mutuo e saldare la quota rimanente del capitale.

Salvo il caso in cui non ti manchino poche rate per chiuderlo, l’estinzione anticipata è una soluzione non facilmente applicabile vista l’importanza della somma da versare.

Nel caso in cui l’importo non sia eccessivo  potresti valutare anche di richiedere un prestito personale .

Accollo del mutuo

L’altra possibilità per vendere casa con mutuo è quella dell’accollo del mutuo stesso a carico dell’acquirente: L’accollo di un mutuo consiste nel subentro di un terzo soggetto nel rimborso del finanziamento assunto dal mutuatario originario..

Solitamente questa possibilità non è molto frequente in quanto l’acquirente dovrebbe accettare integralmente le condizioni scelte dal proprietario e accettare la trattativa già stipulata in precedenza.

Questo  passaggio deve coinvolgere ovviamente anche la banca che ha erogato il mutuo originario e deve accettare le garanzie creditizie fornite dal nuovo acquirente. Attenzione!! In questo caso è importante accettarsi che la banca ti rilasci un documento che attesti la tua totale estraneità dalla responsabilità di pagamento della parte di mutuo residua.

Spostamento del mutuo su un altro bene

La terza possibilità  è di quella di spostare il mutuo della casa in vendita su un altro bene.

La casa presa in considerazione come garanzia per il pagamento del mutuo viene liberata e iscritta su un nuovo bene.

Nel momento in cui si decide di trasferire il mutuo su un altro immobile, bisogna considerare che la banca deve avere una garanzia di due beni con lo stesso valore e stesse caratteristiche.

Questa tipologia di offerta solitamente è la più facile, nel momento in cui siano già trascorsi alcuni anni dall’inizio del pagamento.

Ora invece, ci occuperemo della possibilità di effettuare il rogito notarile contestualmente alla chiusura del mutuo con la banca.

Estinzione del mutuo al momento della vendita

Questo caso è il più consueto e frequente in assoluto quando si vende la proprias casa con l’ipoteca ancora iscritta. Come funziona?? L’atto notarile di chiusura del primo mutuo con la banca avviene poco prima della stipula del nuovo mutuo da parte degli acquirenti.

Normalmente si presentano all’atto la banca del venditore, la quale riceve la provvista economica necessaria alla cancellazione dell’ipoteca e la somma restante va al proprietario; la banca dell’acquirente così può procedere con la stipula del nuovo mutuo .

A cosa fare attenzione: tasse e agevolazioni fiscali

Bisogna fare molta attenzione ad alcuni aspetti: le agevolazioni fiscali e la tassazione.

L’acquisto della prima casa gode di agevolazioni per quanto riguarda la tassazione: le norme prevedono che in caso di vendita decade la possibilità di tassazione ridotta; pertanto, è necessario compensare le agevolazioni riconosciutedallo Stato: la tassazione intera, senza agevolazioni.

Nondimeno, potrebbero trovare altre agevolazioni o tasse diverse questa precedente; dunque, bisogna sempre fare attenzione ad eventuali obblighi prima di vendere casa.

Solitamente un’agenzia immobiliare è in grado di fornirti tutte queste spiegazioni.

Written By
More from Civico1

A chi spetta la manutenzione della caldaia

A chi corrispondo le spese di manutenzione della caldaia? Chi paga le...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *